È prerogativa dei padri essere l’oggetto dell’odio dei figli, tranne poi riconoscercisi e dis-conoscercisi vicendevolmente. Per ritrovarsi al punto di prima.